MORBO DI DUPUYTREN

Il morbo di Dupuytren è una patologia benigna che colpisce circa 30 milioni di persone in tutto il mondo ed interessa in particolare la fascia palmare, una membrana che si trova sotto la pelle della mano e delle dita. Questa malattia si manifesta con la formazione di noduli e tessuto fibroso all’interno della fascia palmare, che nel tempo può portare alla comparsa di cordoni fibrosi che restringono i movimenti delle dita e delle mani.

Inizialmente si formano dei noduli sottocutanei che sono palpabili nel palmo della mano e solitamente non causano dolore. Successivamente, si formano delle corde patologiche di collagene che possono progredire fino a creare importanti limitazioni articolari. Queste corde possono causare una flessione delle dita verso il palmo della mano di vario grado, che diventa progressivamente debilitante e può portare a un ispessimento della pelle del palmo. 

Il morbo di Dupuytren è una malattia che colpisce tipicamente persone di età medio-avanzata, solitamente tra i 50 e i 60 anni. Sebbene sia più comune negli individui di quest’età, la malattia può manifestarsi anche in soggetti più giovani, anche se in modo meno frequente. In ogni caso, la progressione del disturbo può variare da persona a persona e non vi è una regola generale per quanto riguarda l’età di insorgenza o la gravità della malattia.

QUALI SONO I SINTOMI DEL MORBO DI DUPUYTREN?

Tra i sintomi più comuni del morbo di Dupuytren ci sono:

  • Noduli sottocutanei nel palmo della mano
  • Cordoni di tessuto fibroso che tirano le dita verso il palmo della mano
  • Flessione permanente di una o più dita
  • Difficoltà nell’allungare le dita o nell’aprire la mano completamente
  • Dolore o disagio durante l’uso della mano o delle dita
  • Difficoltà nell’effettuare attività quotidiane che richiedono l’uso della mano, come lavarsi, vestirsi o afferrare oggetti.

EFFETTI DEL MORBO DI DUPUYTREN

Il morbo di Dupuytren, quando è in uno stadio avanzato, può ostacolare la corretta impugnatura degli oggetti e impedire la pratica di diverse attività manuali e sportive, come l’agitazione di una saliera, il suonare uno strumento musicale, la guida, l’utilizzo delle posate, il nuoto e molte altre. Questo disturbo può compromettere significativamente la qualità della vita del paziente.

È importante rivolgersi al proprio medico non appena si notano i primi segnali di ispessimento o nodulo, in modo da essere tempestivamente affidati a uno specialista della mano. Il medico specialista saprà valutare la gravità del disturbo e fornire un’adeguata diagnosi e un piano di trattamento personalizzato.

COME VIENE DIAGNOSTICATO?

Il “test del tavolo” è una semplice valutazione che viene utilizzata per verificare la presenza della malattia di Dupuytren. Durante il test, al paziente viene chiesto di posare la mano interessata con il palmo rivolto verso il basso su un tavolo e di cercare di mantenere il contatto con la superficie sia con il palmo che con le dita. Se il paziente non riesce a toccare il tavolo con il palmo della mano, ciò può indicare una significativa presenza di noduli o cordoni fibrosi.

La valutazione clinica della malattia di Dupuytren dovrebbe includere anche un esame neurovascolare approfondito e una valutazione della gamma di movimento di tutte le dita.

Il morbo di Dupuytren si verifica lentamente e può progredire nel corso di diversi anni. Tuttavia, in alcuni casi, la malattia può svilupparsi più rapidamente, anche in poche settimane o mesi. È importante sottolineare che un’elevata percentuale di pazienti presenta un coinvolgimento bilaterale, anche se di solito una mano viene colpita in modo più grave rispetto all’altra.

In ogni caso, è fondamentale rivolgersi a un medico specialista per una diagnosi accurata e un appropriato piano di trattamento. Il trattamento può variare a seconda della gravità della malattia e della sua progressione e può includere diverse opzioni terapeutiche, tra cui farmaci, terapie fisiche, infiltrazioni di corticosteroidi o intervento chirurgico.

INTERVENTO MORBO DI DUPUYTREN

Il morbo di Dupuytren è una patologia che può causare la retrazione progressiva, permanente e irriducibile di una o più articolazioni delle dita, impedendo la completa estensione. Questa limitazione del movimento può causare notevoli difficoltà nell’esecuzione di attività quotidiane. Nei casi più gravi, può essere necessario intervenire chirurgicamente per rimuovere in modo radicale i cordoni fibrosi.

Esistono due principali tipi di intervento chirurgico per il morbo di Dupuytren. Il primo prevede l’asportazione radicale del tessuto patologico, il che permette la distensione delle dita. Questo tipo di procedura è più invasiva, ma garantisce risultati a lungo termine. Nel secondo tipo di intervento, invece, si interrompe il cordone mediante una puntura, allungandolo e ottenendo l’estensione del dito senza l’utilizzo del bisturi. Questa procedura è meno invasiva. L’operazione può essere eseguita presso la CHIRURGIA AMBULATORIALE di Polimedica Fisiohome con anestesia del solo arto superiore.

Puoi prenotare una visita con il nostro Specialista chiamandoci allo 0499400764 dal Lunedì al Venerdì dalle 8:30 alle 20:00 e il Sabato dalle 9:00 alle 12:00.

HAI BISOGNO DI ALTRI SERVIZI?

Abbiamo scritto molti articoli dedicati alla prevenzione e alla ortopedia della mano a Padova. Tra i più letti si segnaliamo l’approfondimento al tunnel carpale e al morbo di De Quervain.

VISITE ORTOPEDICHE SPECIALISTICHE

Per conoscere tariffe e disponibilità clicca su “PRENOTA ORA” qui in basso.